testata filo decespugliatore
 
  Home Page » INNESTATRICI » INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE
Ricerca veloce
 
Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata
Catalogo
Informazioni
SpedizioneSpedizione
Dove e Chi siamoDove e Chi siamo
Sicurezza sul lavoro e norme generali sul uso degli utensili.Sicurezza sul lavoro e norme generali sul uso degli utensili.
ContattaciContattaci
Log In
Indirizzo E-Mail:
Password:


Nuovo Utente

Hai dimenticato la Password?
INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE 60EUR
INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE
Clicca per ingrandire

INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE

 

L'Innestatrice Manuale 3T è una pinza speciale per fare gli innesti sulle piante. Dotata di tre tipi di lame (Incastro, Omega e Gemma) è in grado di praticare innesti su qualunque tipo di pianta. Tutti i pezzi dell'Innestatrice 3T sono intercambiabili, è costituita da un corpo in fibra di vetro con lame in acciaio temperato. L'Innestatrice Complementare Permette di effettuare il sovrainnesto a corona sulle piante fino a 45mm di diametro. Entrambe le Innestatrici utilizzano le stesse lame di taglio per cui si avranno innesti rapidi e sicuri.

La tecnica di moltiplicazione con innesto viene impiegata quando si vuole realizzare una nuova pianta formata da due specie diverse. Si potrebbe pensare che piante della stessa famiglia siano comunque e sempre compatibili tra loro e possano essere innestati con tutta tranquillità. Non sempre questo accade e a volte può perfino accadere che piante diverse siano innestabili con tutta tranquillità. La parte inferiore dell’innesto si chiama portainnesto (il tratto di tronco ospitante), mentre la parte superiore si chiama nesto. Il nesto sarà la nuova pianta, quella che crescendo e sviluppandosi porterà nuovi fiori e/o frutti. A seconda della tecnica impiegata, l’innesto può essere eseguito utilizzando una semplice gemma oppure un rametto dotato di una o più gemme in questo modo è possibile realizzare i seguenti tipi di innesto: Innesto a gemma Vengono utilizzate gemme provenienti da rami di un anno e se viene praticato a primavera, prende il nome di “innesto a gemma vegetante”, praticato in agosto si chiamerà “innesto a gemma dormiente”. Gli innesti a gemma si dividono in: a pezza, o a toppa, o a tassello quando dal portainnesto (sul fianco del tronco) viene tolto un piccolo rettangolo sul quale verrà perfettamente accoppiata la gemma opportunamente sagomata; a zufolo o ad anello quando dal portainnesto viene tolto un intero anello di corteccia al quale verrà sovrapposto un cilindro con la gemma. Innesto a marza Viene impiegato un ramo con varie gemme e l’innesto si effettuerà preferibilmente nel periodo primaverile. L’innesto a marza prevede le seguenti tecniche: a spacco comune col quale vengono inseriti 2 o 4 pezzi di ramo; a spacco terminale quando vengono innestati i due rami ai loro estremi di modo che uno diventi la prosecuzione dell’altro; a sperone quando si intende innestare il ramo direttamente sul tronco principale; a cavallo quando l’innesto è simile a quello a spacco comune ma lo spacco viene fatto sul nesto. Innesto a incastro E' un tipo di innesto in cui il rametto recante le gemme si incastra in una cavità del portainnesto. Innesto a corona Consiste nell’inserire il nesto tra la corteccia, tagliata longitudinalmente, e il tronco del portainnesto. Questo metodo si divide in 2 diverse tecniche: a penna: il rametto viene tagliato obliquamente come fosse una di quelle antiche penne lignee e successivamente inserita a contatto col tronco e “rivestita” con la corteccia; a becco di luccio o a becco di cclarino: la differenza dal precedente metodo è che la corteccia viene tagliata in due punti vicini e paralleli longitudinalmente. Innesto per approssimazione Si esegue asportando un tratto di corteccia da ambedue i rami per poi avvicinarli e metterli a contatto. Viene usato per unire due rami della stessa pianta.

L’Innestatrice Manuale 3T è una pinza in grado di eseguire tre tipi di innesto: innesto ad Incastro, innesto ad Omega ed innesto a Gemma. Con una sola Innestatrice possiamo realizzare tutti e tre i modelli di taglio in quanto ha le lame intercambiabili, semplicemente svitando le due viti che si trovano sulla testa si può montare la lama desiderata. I tipi di innesto sono tre per poter andare incontro alle varie esigenze delle piante che rispondono diversamente nel momento in cui vengono recise, così si può operare sugli alberi da frutta, vite, kiwi, fiori ecc… Per esempio sugli alberi da frutta viene eseguito il taglio ad Incastro perché queste piante hanno poca linfa e solo grazie alla forma di questa incisione la linfa può salire più velocemente e permettere alla marza di attaccarsi alla pianta madre (attecchimento). Il taglio ad Omega invece è più indicato per la vite per il kiwi e per tutte quelle piante che una volta recise sgorgano molta linfa (si dice che piangono) e che per questo motivo tendono a spingere il nesto fuori dal porta innesto. Grazie alla forma di questa incisone si va ad ovviare a questo inconveniente perché la parte terminale del taglio è più larga per andare poi a stringersi nel collo; in questo modo si ottiene una specie di tessera di un puzzle che, una volta inserita lateralmente nel porta innesto, non correrà il rischio di essere spinta fuori dalla linfa abbondante. L’ultimo tipo di innesto è l’innesto a Gemma detto anche “scudo” che asporta una porzione laterale della pianta dove è presente la gemma, è indicato soprattutto per gli alberi da frutto e si esegue prevalentemente nei mesi estivi. Per eseguire l’innesto il procedimento è semplicissimo: si fa un taglio sulla pianta madre ottenendo un maschio ed una femmina, si elimina il maschio. Si prende la marza e si esegue un taglio come in precedenza ma questa volta delle due parti si getta la femmina. Non resta che unire ora il maschio e la femmina così ottenuti facendo combaciare bene le due cortecce. E’ importante che sulla pianta madre ci sia sempre la femmina perché è la pianta che accoglie e che questa non sia mai più piccola della marza ma più grande o della stessa dimensione. Infatti ,anche se la marza è più piccola della pianta madre, è sufficiente fare combaciare le due parti da un lato solo in modo che le cortecce siano allineate in quanto la parte cambiale (cioè dove avviene lo scambio di linfa) rimane esattamente sotto la corteccia stessa. L’ ultimo accorgimento è quello di scegliere una marza di circa 12 cm e controllare che abbia almeno 2/3 gemme. E’ bene ricordare inoltre che, nonostante il taglio sia molto preciso, l’innesto così ottenuto va sempre legato e rifinito perché ciò che abbiamo fatto è comunque una ferita aperta sulla pianta che va rimarginata. Per fare questo esistono una moltitudine di prodotti in commercio dalla paraffina al mastice alla cera d’api per cicatrizzare, rafia e nastri per legare. Grazie a questa pinza si possono eseguire innesti anche su piante piccole o su rami giovani con grande precisione, non occorre recidere tutta la pianta con il vantaggio di poterla salvare nel caso l’innesto non riesca. La pinza è molto resistente in quanto ha un’anima in acciaio e il corpo in nylon caricato a vetro, l’unica cosa che con il tempo si usura è la lama che, essendo intercambiabile, può essere acquistata successivamente all’acquisto base.

Recensioni
Carrello spesa Altro
0 prodotti ...Ŕ vuoto
Recensioni Altro
Scrivi una recensioneScrivi una recensione su questo prodotto!
Dillo ad un amico

Invia questa pagina ad un amico.
Pi¨ venduti
01.INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE
02.INNESTATRICE MANUALE
03.COLTELLO PER INNESTO A " ZUFOLO "
04.INNESTATRICE MANUALE + INNESTATRICE COMPLEMENTARE+MASTICE PER IN
05.COLTELLO PER INNESTO " LAMA TAGLIO V "
06.Spatolina saltagemma
07.Coltello fenditoio innesto
08.Innestatrice manuale professionale " Per innesti a Omega "
09.INNESTATRICE MANUALE COMPLEMENTARE
10.Innestatrice manuale professionale "Per innesti a Spacco"
Offerte Altro
KIT RIPARAZIONE TRATTORINO CASTEL GARDEN " TwinCut 92" LAME-CI
KIT RIPARAZIONE TRATTORINO CASTEL GARDEN " TwinCut 92" LAME-CI
68EUR
63EUR
NovitÓ Altro
CARBURATORE PER DECESPUGLIATORE KAWASAKI TJ27 -TJ35
CARBURATORE PER DECESPUGLIATORE KAWASAKI TJ27 -TJ35
53EUR